San  Guido Vescovo
patrono della Diocesi di Acqui

 

Conte dei Conti di Acquesana, fu vescovo di Acqui dal 1034 al 1070. Morto Dudone il 15 gennaio 1033, la diocesi acquese restò vacante per un anno e due mesi.

A metà marzo del 1034, il Capitolo lo elesse vescovo all'unanimità.

L'elezione avvenne, plaudente populo. Il Pedroca, vescovo di Acqui dal 1620 al 1631, in "Solatia" riferisce: "Figlio di nobilissimi e cristianissimi genitori della famiglia dei Conti di Acquesana che possedevano molti beni e titoli in Melazzo, dove nacque, pare, nel 1004. Orfano di padre e madre, dopo una diligente e rigorosa educazione in famiglia, si recò a Bologna per gli studi superiori."

Al ritorno fu ordinato sacerdote. Fu consacrato vescovo dal Metropolita Eriperto in un momento triste della Chiesa in cui dilagavano ignoranza, immoralità e simonia.

A fondamento della sua opera pastorale, volle la riforma morale e spirituale del clero, incominciando dalla riforma liturgica.SAN GUIDO

Perché i suoi sacerdoti fossero meno assillati dai problemi economici, nel vasto territorio della diocesi elargì i suoi beni alle pievi esistenti e ne fondò di nuove. Fu generoso di donazioni con i monaci per facilitarne l'assistenza spirituale anche nelle campagne.

Fondò in Acqui un centro di spiritualità e formazione per la gioventù femminile. A sue spese fondò il monastero di S. Maria De Campis dotandole di beni per la sicurezza economica delle monache.

Volle più grande e maestosa la cattedrale che dedicò alla Madonna Assunta, consacrandola il 13 novembre 1067.

Alla Mensa vescovile, per una decorosa residenza ai suoi successori, lasciò gran parte dei beni che possedeva in città, compreso il "Castelletto".

La tradizione lo vuole impegnato di persona a procurare grano per le popolazioni colpite da gravi carestie.

Tra gli storici è opinione che Guido fosse di costituzione gracile. Fu colpito da una malattia, durante la quale fu sostituito dal fratello Opizzone, vescovo di Lodi.

E' morto il 2 giugno 1070. L'attuale sepolcro è situato nella Cattedrale di Acqui nella cappella a lui dedicata, a sinistra dell'altare maggiore.

BIBLIOGRAFIA

*Pochi gli scritti di Guido giunti fino a noi (esiste un unico scritto originale con suo autografo, conservato presso l'Archivio comunale di Cagliari).

*Del vescovo Guido, oltre alle informazioni dateci dalla pergamena "Solatia chronologica Sanctae Ecclesiae Aquensis" del vescovo Pedroca (1620 - 1631), esiste una Bibliografia del XIV secolo, manoscritto originale, copia ampliata di un'opera del XIII secolo, attribuita a Lorenzo Calceato, conservata nell'Archivio vescovile acquese.

Un'altra breve biografia del vescovo Crova (1632 - 1645), manoscritto originale conservato nell'Archivio vescovile acquese; una vita in versi del Nano del sec. XV, le biografie del can. G. Rapetti e di don Trinchero; il lavoro storico del can. Teresio Gaino "Il vescovo Guido in Acqui medioevale" del 1984, costituisce lo studio più completo.

L'opera di Lorenzo Calceato è stata recentemente tradotta in italiano dal professor Giovanni Castelli, già preside del liceo classico "Giuseppe Saracco" di Acqui Terme. Intitolata "Il Santo Vescovo Guido d'Acqui visto dal suo primo biografo Lorenzo Calceato" è stata presentata nel corso dei festeggiamenti in onore di San Guido, domenica 8 luglio 2001.

Nel novembre 2003 è uscita la seconda edizione de  "Il Vescovo Guido in Acqui medioevale" (euro 18) di Teresio Gaino, ed. Impressioni Grafiche,  con ampia prefazione di Geo Pistarino.

Nel dicembre 2003 sono stati pubblicati gli Atti del Convegno di studi che si è svolto ad Acqui Terme il 9-10 settembre 1995 col titolo "Il tempo di San Guido Vescovo e Signore di Acqui", ed. Impressioni Grafiche, euro 22.

In occasione del Millenario di San Guido, è stato edito nel 2004, a cura del Comitato organizzatore, un libretto di 24 pagine (formato: 11 cm x 20,5 cm), dal titolo  "Con San Guido benediciamo il Signore", utilizzato dai parroci della Diocesi in occasione della benedizione delle case.

Comprende: una preghiera di Giovanni Paolo II per “la famiglia”, cenni biografici sulla figura del Santo, l’ultimo paragrafo (9) della Lettera Pastorale “Riempite d’acqua le anfore” del Vescovo Mons. Piergiorgio Micchiardi, la  “Lettera alla famiglia” dell’Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia, le preghiere del mattino, della sera, le preghiere per varie occasioni in famiglia, gli appuntamenti delle celebrazioni del Millenario. Prezzo di copertina € 0,80. Prezzo speciale riservato ai Parroci € 0,60. (Per informazioni e prenotazioni: Bugnano Mauro, tel. 329 0976466)

Del settembre 2008 è l'articolo "Il Vescovo Guido e la Diocesi di Acqui", pubblicato sul mensile Rivista Pastorale - ed. San Paolo - per operatori pastorali.

Indice